Skip to main content

Avvolgitore semiautomatico? Quando sceglierlo.

Il presupposto che un avvolgitore automatico sia sempre migliore di un avvolgitore semiautomatico è un paradigma da sfatare. Infatti esistono situazioni produttive in cui un avvolgitore automatico è indispensabile e altre in cui un semiautomatico potrebbe essere più funzionale alle esigenze dell’azienda, al tipo di linea industriale o alle necessità e i limiti del budget.

È necessario fare considerazioni ampie e articolate sulle caratteristiche e le esigenze produttive, analizzando la tipologia di tubi estrusi che si fabbricano, la velocità della linea, e, non ultimo, dare conto dei piani di investimento stabiliti e i benefici apportati in termini di payback. È anche importante considerare l’incidenza del costo della forza lavoro sui due tipi di processi e scegliere quello che presenta maggiori vantaggi. Esistono infine altri fattori che possono influire sulla scelta come l’ottimizzazione di stivaggio e trasporto, le esigenze del cliente finale, le richieste di mercato in termini di flessibilità e di varietà di tubazioni prodotte.

Se si guarda ai processi di lavorazione, l’avvolgitore automatico è un avvolgitore capace di svolgere tutta la formazione delle bobine in autonomia, quindi aggancia il tubo, lo avvolge, lo taglia, lo lega o lo confeziona con un film stretch, e infine espelle la bobina. Ognuna di queste operazioni, a esclusione dell’inserimento iniziale del tubo, sono svolte in automatico senza nessun intervento manuale.

L’avvolgitore semiautomatico invece nell’avvolgimento ha bisogno che alcuni passaggi vengano fatti a mano dall’operatore: come ad esempio l’intestazione o il taglio del tubo, la fase di aggancio, oppure la legatura e l’espulsione.

Cosa analizzare per scegliere un avvolgitore semiautomatico o avvolgitore automatico?

Poiché non si può stabilire a priori che un avvolgitore automatico sia sempre meglio di uno semiautomatico, è importante avere il supporto di esperti che conoscono a fondo l’industria dell’estrusione e le sue necessità. FB Balzanelli da più di 25 anni affianca le aziende nella scelta più corretta. Forte della sua esperienza nel settore degli avvolgitori a livello mondiale, può indirizzare ogni azienda nella scelta dell’investimento adeguato. In più grazie alla produzione interna e alla divisione di progetto e sviluppo, il cliente è seguito in ogni fase del percorso, dalla ingegnerizzazione del piano iniziale all’inserimento dei macchinari all’interno del ciclo produttivo.

E la scelta non è solo tra applicazioni in cui sarebbe meglio avere un automatico o altre dove un semiautomatico risolverebbe in modo egregio le esigenze di produzione. In alcuni casi è opportuna una combinazione di un automatico con un semiautomatico. È evidente che solo l’analisi accurata delle esigenze dell’azienda può arrivare a determinare un progetto corretto.

Velocità e tipo di tubi prodotti

La velocità di estrusione e il volume di produzione sono i primi parametri da analizzare. Nel caso di una linea di estrusione di un tubo corrugato in pvc che procede a 60 metri minuto con la necessità di creare bobine che vanno dai 25 ai 50 metri, un avvolgitore automatico è assolutamente necessario.

Diversamente installare un avvolgitore semiautomatico in una linea lenta o prototipale può rivelarsi la scelta più giusta mentre per una linea standard ad alta produttività rappresenterebbe sicuramente una perdita nel tempo in termini di efficienza e di redditività.

È il caso delle produzioni pilota con bassa produttività, circa 10-15 metri al minuto con la necessità di realizzare bobine da 25-50 metri. In questo tipo di lavorazioni può essere conveniente installare un avvolgitore semiautomatico, magari con un transfer automatico da un aspo all’altro, e far svolgere a mano da un operatore il resto del confezionamento. Questa soluzione rappresenta un contenimento del costo d’investimento perché un avvolgitore semiautomatico ha un prezzo inferiore rispetto a uno automatico, richiede meno formazione del personale e meno manutenzione. Quindi i costi complessivi di gestione sono più bassi.

Un avvolgitore semiautomatico può essere adottato anche da aziende che hanno linee di produzione molto differenziata con tubi che possono variare da un diametro di 16 millimetri fino a 110 millimetri. In questo caso non è possibile né conveniente avere un unico avvolgitore automatico che riesca a creare bobine con un range di misure così ampio. La soluzione potrebbe essere installare due avvolgitori: un automatico per misure da 16 millimetri fino a 40 mm, che ottimizza al massimo la capacità di estrusione della linea tipica dei piccoli diametri, mentre sui prodotti più grandi potrebbe essere possibile usare un avvolgitore semiautomatico.

SICUREZZA SUL LAVORO

Analizzare i rischi impliciti in un tipo di estrusione è un altro fattore fondamentale. Infatti soprattutto con tubi di grandi dimensioni,un avvolgitore automatico permette di lavorare più in sicurezza rispetto al semiautomatico. FB Balzanelli ha recentemente sviluppato un avvolgitore completamente automatico dedicato a tubi in polietilene per impianti di gas e acqua con diametri da 40 fino a 110 millimetri. In questo tipo di lavorazione la sicurezza è un elemento fondamentale perché se un lavoratore venisse colpito da un tubo di grande diametro, la probabilità di incidenti importanti sarebbe elevata. Questa macchina, che permette di tagliare, agganciare avvolgere ed espellere la bobina in completa autonomia senza l’intervento dell’operatore, garantisce una produzione priva di interruzioni anche a regimi elevati e quindi offre nel tempo una produttività ottimale, programmabile e che rispetta tempi di consegna.

Il giusto avvolgitore per un investimento ragionato

Non sempre partire con una macchina molto avanzata e costosa si rivela adatta alle capacità di spesa e ai programmi di investimento che un’azienda può e deve fare per garantirsi corretti volumi di produzione e solidità nel tempo. Per quelle organizzazioni che stanno pensando di migliorare qualità ed efficienza della linea, un avvolgitore semiautomatico potrebbe essere molto vantaggioso. Così si riduce la mole dell’investimento iniziale ma si favorisce e velocizza la fase di payback della spesa. . In seguito è possibile inserire un modello completamente automatico con conseguente risparmio di tempo e di manodopera. Infatti bisogna considerare che in termini di costi finali, l’avvolgitore automatico risulta più conveniente perché un semiautomatico ha bisogno della presenza quasi continua di un operatore che va a incidere sui costi finali del prodotto. In un automatico le fasi di lavoro manuale sono ridotte e si può ottimizzare i tempi di lavoro con la possibilità di programmare i tempi mascherati.

Sono tutte considerazioni da valutare in fase di acquisto per avere un piano complessivo dei vantaggi e dei costi finali che comporta indirizzarsi verso un avvolgitore automatico o verso un semiautomatico.

I vantaggi dell'avvolgitore automatico

Esistono tuttavia dei fattori oggettivi che rendono sicuramente l’avvolgitore automatico una macchina superiore rispetto al semiautomatico. Sono differenze che vanno prese in esame e valutate perché influiscono su altri costi, come il trasporto, o sulla qualità intrinseca delle bobine e quindi sul prodotto finale in termini di perfezione del materiale e di facilità d’uso.

Un avvolgitore automatico è più veloce e arriva anche a 300 metri al minuto consentendo ritmi produttivi elevati. È anche possibile lasciare invariati i tempi di avvolgimento anche per produrre bobine di diverse misure, cosa che non è possibile in un semiautomatico dove i tempi di legatura manuali influenzano la quantità di bobine realizzate.

L’automazione offre un maggior controllo nella formazione delle spire e quindi l’avvolgimento è sempre perfetto e uniforme senza ovalizzazioni e marcature.

Le macchine FB Balzanelli permettono inoltre di avere il diametro dell’aspo molto piccolo. Questo implica che una bobina di stessa metratura avrà un diametro minore. Diventa possibile ottimizzare al massimo gli spazi di stoccaggio e di trasporto riuscendo a risparmiare costi e sostenibilità ambientale.

FB Balzanelli lavora al fianco delle aziende per supportare le loro esigenze di produzione e personalizzare o sviluppare nuove soluzioni per avvolgitori automatici.

Compila il form per maggiori informazioni su il nostro avvolgitore semiautomatico:

    Voglio iscrivermi alla Newsletter FB Balzanelli

    × Come posso aiutarti? Available on SundayMondayTuesdayWednesdayThursdayFridaySaturday